Nuoto ludico per cani
  • piscina
  • mia

Le attività

Piscina nuova

La piscina rappresenta il cuore del centro ed intorno ad essa gravitano tutte le nostre attività ed attenzioni, da quelle terapeutiche a quelle ludico-sportive. Verranno monitorati i progressi sia con la semplice osservazione del comportamento del paziente sia con l’ausilio di foto o filmati così da valutare, durante tutto il periodo del training, i vari cambiamenti di postura.
L'idroterapia come aiuto nella riabilitazione delle funzioni muscolari viene solitamente praticata in un range di temperatura dell'acqua tra i 24° e i 28°. Se per alcuni cani anziani si rende necessaria una temperatura superiore, occorre monitorare attentamente il paziente in quanto l'acqua potrebbe surriscaldare l'animale che, al contrario del paziente umano, dispone di una superficie limitata per dissipare il calore. Mentre nel caso di nuoto sportivo è consigliabile mantenere temperature più basse.
Non è comunque possibile applicare tempi e metodi di idroterapia umana nella terapia rivolta agli animali in quanto, non potendo dialogare con il paziente, risulta difficile gestire la velocità e l'intensità del nuoto. Per questo motivo le sedute vengono effettuate immersi nell’acqua insieme al soggetto, così da controllare le funzioni vitali dell'animale e poter gestire al meglio la velocità dei movimenti.
L'intensità del nuoto è definita dalla durata della sessione tenendo in considerazione le condizioni cardiovascolari e l'abilità funzionale del soggetto. In genere la terapia viene suddivisa nel modo seguente:

  • esercizi per riscaldamento e stretching muscolare
  • esercizi di potenziamento
  • esercizi di defaticamento e raffreddamento.

Inizialmente la sessione idroterapica si svolge alternando 4/5 minuti di attività a 4/5 minuti di riposo. Nel caso in cui il paziente abbia particolari problemi di movimento e non possa tollerare a lungo il trattamento, utilizzeremo degli strumenti di assistenza manuale e di galleggiamento, come ad esempio corpetti di galleggiamento al posto delle imbracature di tela.

Nuoto ludico

Piscina per cani

Il nuoto con scopo ludico dà la possibilità al cane di giocare e divertirsi in acqua in un modo diverso da come solitamente avviene in un contesto urbano, ed allo stesso tempo favorisce il movimento completo per lo sviluppo ed il mantenimento di tutto l'organismo. E' un ottimo esercizio per i cuccioli e per i cani in accrescimento per i quali, nel primo anno di età od oltre, a seconda della razza, sono dannose le sollecitazioni articolari nel caso di salti o corse a terra. Svolto nel periodo di socializzazione e crescita è il miglior modo per approcciare il cucciolo alle gioie del nuoto. Imparare il giusto ingresso in acqua e a mantenere un assetto corretto sono solo alcune delle capacità che il cucciolo apprenderà durante il percorso ludico. Il nuoto, infatti, è un ottimo sostituto della passeggiata quotidiana, poiché oltre a divertire e stancare il cucciolo, (10 min. di nuoto equivalgono a 30 min. di corsa), favorisce un corretto sviluppo muscolo scheletrico, aiutando a prevenire patologie articolari. È un valido aiuto nel caso di cani sportivi, agonisti e da esposizione perché il nuoto garantisce un allenamento che interessa tutti i muscoli del corpo in modo completo ed armonioso. È un ottimo mezzo per sfogare le energie in eccesso nel caso di cani molto attivi o iperattivi, per i quali sarebbero necessarie lunghe passeggiate o molta attività all’aperto (c'è da considerare che circa 40 minuti di nuoto equivalgono a circa due ore di corsa). L’attività in acqua può essere inserita anche in un percorso educativo e/o rieducativo nel caso di ansia, paura o diffidenza. Il nuoto in questo contesto è utile per calmare, rilassare ed aumentare l’autostima dell’individuo.

Faq: domande frequenti

  • Posso entrare in acqua insieme al mio cane? Si è possibile entrare in acqua con il proprio cane, con la supervisione ed assistenza degli operatori.
  • Il mio cane entra da solo in acqua o con altri cani? La seduta in acqua è singola, proprio per questo motivo lavoriamo su appuntamento, così che l’operatore possa dedicarsi completamente al cane. È possibile comunque far entrare in piscina al massimo due cani solo se appartengono allo stesso proprietario e se sono da sempre abituati a stare insieme. Ovviamente prima dovranno effettuare singolarmente la prova di acquaticità.
  • Quanto dura una lezione di nuoto? La durata di una lezione di nuoto viene valutata singolarmente. Normalmente non meno di 15-20 minuti, fino ad un massimo di 40-45 minuti (ovviamente alternati con fasi di riposo). Questo dipende dall’età del cane, dallo stato di salute, dalle condizioni fisiche e dal motivo per cui viene in piscina, se per riabilitazione o per nuoto ludico e fitness.
  • In quali casi il mio cane, se in buona salute, non può entrare in acqua? È vietato, per motivi di igiene, l’accesso in piscina alle femmine in calore; inoltre è sconsigliato il nuoto se il cane ha appena mangiato o se sono passate poche ore dall’ultimo pasto; sempre per motivi di igiene non è consentito l’ingresso in acqua al cane con parassiti di varia natura (pulci, zecche…..); inoltre deve aver effettuato regolarmente tutti i vaccini ed i relativi richiami.
  • Se il mio cane non ama stare in acqua potrebbe trarre comunque vantaggio dal nuoto? Lo stato emotivo del cane è sempre una nostra priorità. Durante le varie sessioni di nuoto ci prendiamo grande cura nell'aiutare il vostro cane a sentirsi sicuro ed a proprio agio nell’acqua. Nel caso di cani molto timorosi può volerci molto più tempo per rassicurarlo, anche tutta la durata della prima lezione. Ogni cane è un individuo e viene trattato come tale, quindi ogni sessione è diversa dalle altre e va valutata in base alla risposta del cane in acqua. Per questi motivi, e per i benefici apportati dal movimento in acqua, dobbiamo ancora incontrare il cane che non abbia tratto vantaggio dal nuoto assistito.
  • Con che frequenza devo portare il mio cane a nuotare? La frequenza dipende molto dal motivo per cui il cane viene in piscina, e dallo stato generale di salute. Di media è consigliato perlomeno un ingresso a settimana per dar modo al cane di abituarsi alla situazione e non diluire troppo nel tempo i benefici del nuoto; fino ad arrivare a due ingressi la settimana nel caso di nuoto riabilitativo o di allenamento sportivo o intenso.
  • Devo sempre chiedere consiglio al Veterinario anche per il nuoto ludico? Dato che una delle nostre priorità è il benessere del cane, è buona norma (e noi lo consigliamo vivamente) chiedere sempre consiglio al proprio Veterinario se il nuoto è un'attività che può praticare. Infatti il Medico, che conosce il cane fin da cucciolo, potrebbe individuare patologie anche molto lievi per le quali il nuoto sia controindicato.
Share by: